Una lirica di Piero Giannini per Kàlena

Ma poi?…

 

 

 

 

L’abbazia di Kàlena  in una suggestiva immagine di Romano Conversano

 

 

 

Fantasmi di Benedettini

in saio guerriero

vagano senza mèta,

stanchi e sfiduciati,

fra le mura di Càlena.

Dal pozzo alla chiesa senza tetto,

fino alla porta del mare murata,

è un processionare continuo di ectoplasmi

che chiedono vendetta.

Strano, per uomini devoti e pii,

ma giusto!

La loro richiesta è sacrosanta:

uscire dall’anonimato

di un’Abbazia lasciata

alle ortiche e alla sterpaglia,

per tornare a rifulgere

di quella gloria antica

di cui depositari certi

sono, si sentono e sempre

si sentiranno,

contro tutti gli egoismi,

tutte le storture,

ogni forma di abbandono

che oggi invece rappresenta

la loro culla desolante.

 

Vive, Càlena,

solo nel ricordo di chi sa!

Ma poi?…

 

Piero Giannini

 

da Fiori di perla, Ladisa Editore, Bari, 1988.

L’abbazia di Kàlena  in altre immagini di Romano Conversano


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...