Riflessioni sul Convegno del Venerdì santo a Vico by Francesco A. P. Saggese

 

confratellino

Credo che nessuna cosa accada per caso. E così, penso, neppure questo convegno. Per lo stesso motivo, credo anche che questo convegno non possa esaurirsi qui, con una stretta di mani. Dobbiamo stringerci le mani, ma dobbiamo trovare anche l’energie per andare oltre questo momento di dibattito, cercando strategie per non disperdere questo patrimonio di tradizioni religiose e di conoscenze.

Non ci possiamo più limitare a preoccuparci episodicamente del nostro patrimonio culturale, dobbiamo occuparcene costantemente, e lo dobbiamo fare in tanti. Non possiamo più pensare al nostro passato come qualcosa da mettere da parte, un vecchio libro che prende polvere in uno scaffale, che di tanto in tanto qualche uomo di buona volontà corre ad aprire. Dobbiamo trovare uno spazio in senso fisico, in cui trovi concretezza questa costante occupazione culturale, una culla che possa custodire la memoria della nostra tradizione legata alla Settimana Santa.

Mi sono chiesto: cos’è la tradizione? A darmi la risposta è stato papa Giovanni XXIII, il quale scriveva che ‘la tradizione è il progresso che è stato fatto ieri, come il progresso che noi dobbiamo fare oggi costruirà la tradizione di domani’. Ma la tradizione sono anche mio padre e mia madre, che qualche giorno fa, nella merceria del paese, hanno comprato la stoffa per il camice da confratello per il mio nipotino di tre anni, perché Venerdì Santo ci deve essere anche lui.

Occorre per ciò uno spazio che porti nuove e vecchie generazioni alla partecipazione attiva alla vita delle confraternite, che le spinga ad aprire cassetti, a cercare negli armadi, a entrare negli archivi parrocchiali, nelle biblioteche, a catalogare, a scrivere, a documentare, a promuovere manifestazioni, convegni, mostre permanenti e itineranti. Un luogo che, attraverso il presente, possa fare da ponte tra il passato e il futuro, e che sappia promuovere lo studio e la ricerca sulla nostra Settimana Santa nel resto del nostro Paese e del mondo. Sì, il resto del mondo: dobbiamo raccontarci al mondo (anche e soprattutto) sotto questo aspetto.Un luogo d’incontro libero, aperto a tutti, studiosi, confratelli, appassionati.

Penso così a un “Centro di Studi e di Documentazione sulla Settimana Santa a Vico del Gargano” che possa contenere tutte queste prospettive, capace di fare sistema, rete, con altre realtà della nostra Capitanata. Perché no?! Vi prego. Cosa potrebbe impedirlo se non la pigrizia culturale di cui ci siamo da troppo tempo ammalati? Credo – e so di non essere solo – che il nostro territorio potrà salvarsi nella misura in cui siamo capaci di recuperare, custodire, tutelare e promuovere la nostra tradizione, facendolo non in maniera episodica, ma lungimirante, guardando lontano lontano, come fa il contadino quando aspetta di raccogliere il frutto dall’albero che aveva piantato con un piccolo seme. Uno spazio che sappia porre al centro del nostro futuro le nostre radici, perché perdere il passato significherà inevitabilmente perdere il futuro.

Non dobbiamo dare per scontato nulla di quello che oggi è sotto i nostri occhi: penso alle numerose confraternite che nel tempo si sono estinte, ne ho contate tredici – ma il mio dato potrebbe non essere esatto. Oggi ne sono rimaste cinque. Un patrimonio, quello delle confraternite e del Venerdì Santo di Vico che, senza timore alcuno, a mio giudizio, andrebbe tutelato e, perché no, inserito nel patrimonio orale e immateriale dell’UNESCO (dove trovano posto antiche tradizioni che spesso non hanno una codificazione scritta ma sono tramandate oralmente nel corso delle generazioni) considerata l’unicità della manifestazione religiosa.

Mi fermo qui. Così, dobbiamo saper guardare lontano, ancor prima di arrivarci. Questa credo che non sia una sfida, ma una necessità.

Francesco A.P. Saggese

Annunci

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...